Il Blog

Si apre con questa breve descrizione sull’impegno come psicologo sportivo, il blog che ho deciso di mettere on line in modo da trovare uno spazio nel quale parlare delle realtà che si affrontano in questo campo, oppure per commentare, sempre mantenendo un profilo psico sportivo, avvenimenti sportivi di attualità.
Di seguito ho voluto iniziare con un estratto dalla pagina “about me”, che trovate in versione più ampia in questo blog, in modo da iniziare con una sorta di presentazione, così come si è soliti fare quando conosciamo persone nuove.
Il percorso formativo e professionale che ho intrapreso diversi anni anni or sono, mi ha dato l’occasione di rapportarmi con realtà piuttosto diverse dal punto di vista sportivo.
Ho avuto la fortuna di lavorare con atleti professionisti, ma anche amatoriali; ho fatto parte dello staff di società sportive professionistiche, per le quali mi occupavo di seguire, dal punto di vista psico-educativo, la crescita del settore giovanile dalle categorie con i ragazzini più giovani, fino a quelle degli under 19, al limite cioè, della prima squadra e, quindi, in alcuni casi, del professionismo.
Ma nel corso delle mie collaborazioni, sono anche venuto a contatto con una realtà che non sempre è posta in prima pagina, quella della disabilità (fisica e psichica) legata allo sport. Un’ambiente dal quale non faccio fatica a dire che ciò che ho ricevuto supera di gran lunga quello che è stato il mio contributo.
In qualunque situazione mi sia trovato, l’obiettivo era sempre legato alla crescita personale, a seconda delle proprie possibilità che, in più di un’occasione, venivano addirittura superate, andando oltre limiti che parevano invalicabili.
Ed è questo l’aspetto che più mi appassiona nel mio lavoro, sia che riguardi un’atleta professionista che vuole raggiungere livelli da nazionale, sia che si tratti di lavorare con i coach che si occupano del settore giovanile, dove si ha la responsabilità di crescere giovani menti di atleti che hanno bisogno di punti di riferimento adeguati, sia dal punto di vista tecnico che da quello educativo, sia, infine, che l’obiettivo dell’attività sportiva rappresenti un’opportunità di socializzazione, crescita, autostima e dignità personale per chi spesso nella vita ne è stato privato in parte, o del tutto.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...